venerdì 15 luglio 2011

POSTPAY AIAIAII COSA FARE?


Che fare se vi hanno truffato
Se vi accorgete di essere rimasti vittima di phishing, per prima cosa cercate di salvare i soldi, ad esempio trasferendoli su un'altra Postepay o tramite postagiro su un altro conto corrente BancoPosta. In questo modo, chi ha catturato il numero della Postepay la troverà vuota. Se non potete effettuare questo tipo di operazione, allora bloccate immediatamente la carta telefonando al numero verde 800902122. Vi daranno un codice di blocco. Conservatelo e poi recatevi dai carabinieri per denunciare quanto vi è accaduto. Con la denuncia dei carabinieri e il codice di blocco recatevi in un ufficio postale per avere una nuova Postepay.

La seconda cosa da fare è cambiare la password di accesso all'area utenti del sito di Poste. Chiamate subito il numero gratuito 803160, seguite la voce automatica e scegliete l'opzione prodotti Bancoposta (digitare 2). Poi la voce vi chiederà se avete ricevuto email o comunicazioni sospette che richiedono codici riservati (digitare 3). Dopo un po' di attesa, sarete messi in comunicazione con un operatore al quale racconterete cosa vi è accaduto. L'operatore vi trasferirà al servizio sicurezza. Importante: fatevi dare dal primo operatore il numero di pratica, così la seconda persona con cui parlerete ha già chiaro il quadro della situazione. L'attesa può essere piuttosto lunga, ma vale la pena aspettare (se cade la linea verrete richiamati al numero alternativo che vi viene richiesto dal primo operatore). L'addetto al servizio sicurezza vi indicherà come cambiare la password per accedere all'area clienti del sito di Poste e mettere i vostri dati in salvo.


SE VI HANNO PROSCIUGATO LA POSTPAY PERDETE OGNI SPERANZA DI RECUPERARE I VOSTRI SOLDI
difficilmete rimborsano il maltolto e non c'e' una copertura assicurativa ! 

mercoledì 13 luglio 2011

TOUR OPERATOR





Cosa fare nel caso di inadempienze del Tour Operator? Le associazioni dei consumatori (es. Federconsumatori) consigliano, se possibile, di contestare i disguidi direttamente sul posto, raccogliere le prove che dimostrino l'inadempimento e, una volta tornati a casa, inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno al Tour Operator inadempiente e anche all’Agenzia Viaggi. In questo modo verranno tutelati i propri diritti e, se nel caso, si potrà avviare la procedura per aver accesso al Fondo di garanzia nazionale istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha proprio la finalità di consentire il rimborso di quanto pagato e delle eventuali spese di rimpatrio del viaggiatore all'estero, in caso di emergenza o per insolvenza o fallimento del venditore o dell'organizzatore.

Per i viaggiatori che, pur avendo acquistato i biglietti, non sono stati in grado di partire, ai sensi dell’art.92 del Codice del Consumo, si dovrà inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno entro due giorni lavorativi dal momento in cui si riceve la comunicazione scritta dell’annullamento della prenotazione o, se non si riceve alcuna comunicazione, dalla data della mancata partenza. Si richiederà la restituzione degli importi versati per inadempimento contrattuale, senza il pagamento di alcuna penale.

Sportello S.O.S. Turista

Potete anche rivolgervi a un apposito sportello anti-truffa, lo Sportello S.O.S. Turista, promosso da Adinconsum, Federconsumatori e Movimento consumatori, che, per tutto il periodo estivo, fornirà assistenza (orario 9-15 e 15-18) al numero 059.2033430 o via mail all’indirizzo info@sosvacanze.it.

truffa on-line cap.1 cosa fare?


Su internet nessuno è anonimo. Ogni utente è associato ad un numero IP utilizzato per collegarsi al web. Se siete caduti in una finta vendita online o in una truffa, potreste riuscire ad arrivare fino al responsabile e chiamarlo in causa civile. La prima cosa da fare è raccogliere le prove (stampa della pagina web in cui era presente l'annuncio, eventuali risposte email, numeri di telefono) e presentarsi alla più vicina stazione delle forze dell'ordine (polizia o carabinieri) per sporgere una regolare denuncia. La polizia postale è l'organo delle forze dell'ordine incaricato di vigilare sulle attività online. Insieme all'autorità giudiziaria può ottenere il numero IP del venditore e risalire così alle generalità del finto venditore. I siti di aste online, perlomeno quelli più famosi, collaborano attivamente con gli organi di polizia per contrastare gli abusi dei finti venditori.

OGGETTI PAGATI E MAI SPEDITI - TEMPI E LEGGI




(i dati sono frutto di una ricerca su internet,quindi sinceratevi sempre della veridicità da dei professionisti)

I TEMPI PER LE DENUNCE E QUERELE SON LIMITATI! 90 GG. MASSIMI!

Quindi potete fare una denuncia,eventualmente la ritirate


Se qualcuno vi truffa, fate la querela penale per truffa che presuppone una dichiarazione dei fatti con prove di pagamento ai carabinieri, guardia di finanza, polizia di stato o polizia postale.
(non valgono le denunce web che devono poi essere convalidate davanti al sottuficiale dell'arma prescelta!)
non costa nulla!
non avete bisogno di un legale! provvede il p.m.(avvocato dell'accusa pubblico ministero!).


Diventa dopo la denuncia penale, un atto d'ufficio che viene poi girato al giudice per le indagini preliminari (G.I.P.) CON NOTIFICA DI INDAGINE AL QUERELATO che diventa indagato per il reato ascrittogli!


quindi il gip decidera' se ci son le basi per procedere, ed avere il rinvio a giudiizio (processo penale)!

la via civile inizia invece sempre gratutitamente rivolgensosi, dopo la racc. a.r. al giudice di pace di solito e non costa nulla!

Se si ottiene la condanna essa e' solo civile!

Se il venditore non paga e non ottempera alla condanna si va verso il processo civile,
nel caso di una controversia civile si ha bi sogno di avvocato! (meglio se ci si affida ad associazioni dei consumatori per ridurre le spese legali a carico della parte lesa o civile!)


Quindi la prima via da adottara e' sul penale!


Avendo fatto condannare la parte penalmente , la via civile diventa un mero atto dovuto ed una "passeggiata", avendo gia' avuto una condanna in sede penale riconoscendo quindi il Giudice l'evento concitato!
Con questa mini guida, metto qui una bozza per le raccomandate in caso di truffe presunte o tali da inviare subito ai venditori per legalizzare la procedura!




se dopo i dieci giorni dal ricevimento di questa da parte del venditore, lui non ottempera, potete passare alla querela (si fa entro 90 gg. dal pagamento la querela!)


la raccomandata sempre entro 90 gg. ma possibilmente non oltre i 75 gg. in quanto la riceve all'80 e deve pagarvi entro il 90 esimo, altrimenti scadono i termini per la querela per truffa!)





QUESTA UNA BOZZA PER LA RACCOMANDATA:






DATI ACQUIRENTE COMPLETI CON N. TEL.






RACCOMANDATA A.R.


Egr(DATI VENDITORE COMPLETI CON INDIRIZZO)



CITTA’, DATA





Oggetto: Richiesta pagamenti dovuti per ogg. N. acquistato il xxxx su ebay. It presso nick venditore….E MAI SPEDITO E messa in mora.






Egr. Venditore,

con la presente, io sottoscritto XXXXXXXXX, cod. fisc. XXXXXXXX, richiede


l’immediato pagamento di quanto dovutomi a seguito dell’acquisto di


(ripetere contenuto scritto in oggetto) xxxxxxxxxxxxx effettuato in data


xxxxxxxxxxxx con bonifico o altroxxxxxx. Tale importo ammonta ed euro xxxxxx (cifra in lettere)





La presente vale altresì quale messa in mora del debitore ai sensi degli art. 1219 e seguenti del codice civile.Non ricevendo il pagamento e vostra risposta entro 10 gg. dal ricevimento della presente alle coordinate sotto riportate, mi vedro’ costretto a rivolgermi alle autorita’ competenti al fine di poter risolvere questa posizione che e’ rimasta invariata ormai da un un mese, nonostante ripetute mie richieste e nonostante promesse telefoniche opportunamente registrate con vostro consenso nelle date xxx, da parte vostra mai mantenute.


Pagamento da effettuarsi con Bonifico alle seguenti coordinate:


VOSTRA BANCA (ACQUIRENTE)

C/C xxxxxx intestato a xxxxxxxxxxxxx

ABI xxxxxxxx

CAB xxxxxxxx


Oppure tramite assegno bancario o circolare non trasferibile o vaglia non trasferibile intestato a xxxxxxxxxxxx + vostro recapito indirizzo!

Si allega alla presente copia del pagamento effettuato (potete anche non allegare nulla!!!)


Nella speranza di una vostra pronta risposta, si porgono i piu’ Cordiali


Saluti.

In fede.

(nome acquirente)


firma!